Quantcast

Coronavirus, casi positivi in Rsa a Piamborno e ospedali di Edolo e Esine

I nuovi casi in Valcamonica emersi dopo uno screening di massa. Adottate anche le misure di sanificazione.

(red.) In Valcamonica, nel bresciano, questi intorno a venerdì 29 gennaio sono giorni di apprensione sul fronte del contagio da Covid-19. Anche perché dopo Temù, dove l’asilo e un’elementare sono stati chiusi per casi positivi, il virus ha raggiunto anche le strutture sanitarie. In particolare, nella casa di riposo di Piamborno e negli ospedali di Esine ed Edolo.

Per quanto riguarda la residenza sanitaria per anziani, sono emersi alcuni casi positivi tra gli ospiti e il personale. E il tutto è stato accertato dopo il consueto screening all’interno della casa di riposo e che ha portato a una decina di casi positivi, ma per fortuna nessuno in gravi condizioni. Dal punto di vista degli ospedali, a Edolo un paziente e alcuni dipendenti dell’area medica hanno iniziato a presentare qualche sintomo e lo stesso è successo al presidio di Esine.

Per questo motivo l’Asst della Valcamonica ha disposto uno screening sugli addetti e i ricoverati facendo emergere una serie di casi positivi. Tutti gli interessati sono stati posti in quarantena e si è anche provveduto alla sanificazione degli ambienti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.