Delitto di Vincenzo Arrigo a Esine, procura chiude le indagini

Si va verso l'udienza preliminare a carico di Bettino Puritani, che si trova in carcere dopo l'arresto quella notte.

(red.) In queste ore intorno a mercoledì 20 gennaio il pubblico ministero di Brescia Paolo Savio ha chiuso le indagini sul delitto di Esine, quello in cui rimase ucciso Vincenzo Arrigo. Era il giugno scorso quando, in un contesto di degrado, la vittima e Bettino Puritani avevano avuto un acceso litigio. In quella situazione proprio Arrigo aveva brandito una roncola, poi passata a Puritani con cui aveva ucciso il rivale.

E quella notte stessa l’uomo venne arrestato dai carabinieri della compagnia di Breno. Ora la procura, come scrive Bresciaoggi citando fonti d’indagine, ha chiuso l’inchiesta per omicidio, ma senza aggravanti. Si andrà probabilmente verso un’udienza preliminare e il rito abbreviato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.