Quantcast

Darfo, a Pellalepre firme tra i residenti contro il ripetitore del 5G

Una petizione online e raccolta firme al Comune per chiedere di fermare i lavori di installazione in corso.

(red.) Nella frazione di Pellalepre a Darfo Boario Terme, in Valcamonica, nel bresciano, diversi residenti si sono scagliati contro il ripetitore del 5G che si sta installando a poca distanza dalle loro abitazioni. Per questo motivo è stata lanciata una petizione online e anche una raccolta firme per chiedere che il Comune fermi i lavori.

Molti cittadini lamentano il fatto che ci siano poche informazioni, ma è anche emerso che la stessa amministrazione comunale non possa fare nulla per evitare l’installazione di impianti. In ogni caso il Comitato NO5G Pellalepre ha già raccolto 400 firme (i residenti sono quasi un migliaio).

Nel testo chiedono un’assemblea pubblica e nel frattempo domani, martedì 5 gennaio, è previsto un incontro in municipio. Dal Comune fanno sapere che esiste un regolamento con cui definire i criteri per localizzare gli impianti, ma non per imporre delle limitazioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.