Valcamonica, lo spaccio è un vizio di famiglia: padre e figli denunciati

I carabinieri hanno prima fermato un'auto con a bordo marijuana. Poi la perquisizione anche all'abitazione.

(red.) Era un vizio di famiglia connesso allo spaccio di sostanze stupefacenti quello che nel giorno di Santo Stefano, sabato 26 dicembre, i carabinieri bresciani della compagnia di Darfo Boario Terme hanno scoperto. Tutto è partito nel momento in cui i militari hanno fermato, come controllo di routine, un’auto condotta da un 56enne di Costa Volpino.

A bordo c’erano anche 20 grammi di marijuana che hanno indotto i militari a perquisire anche la sua abitazione. E hanno scoperto nella stanza del figlio 24enne due dosi di erba e in quella della figlia 21enne altre cinque dosi di marijuana e una di hashish.

L’intera famiglia – padre e i due figli – è stata denunciata e segnalata alla prefettura di Brescia come consumatori di sostanze stupefacenti. In più, per il padre è scattato anche il ritiro della patente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.