Montecampione, altri incoscienti cercano di salire. Tutti sanzionati

Dopo l'episodio di domenica, anche ieri mattina qualcuno ha provato a fare il furbo. Ora posto un muro di neve.

(red.) Hanno provato a imitare gli irresponsabili, provenienti dal milanese, che domenica 6 dicembre si sono avventurati verso Montecampione nonostante i divieti di spostamento tra Comuni e la pericolosità connessa al maltempo tra le abbondanti nevicate e il pericolo di valanghe. E’ successo anche ieri, martedì 8 dicembre, nel giorno di festa dell’Immacolata che di solito da tradizione vedeva le piste da sci piene di turisti. Ma non quest’anno, a causa delle disposizioni sanitarie da rispettare.

E se i quattro escursionisti di domenica sono riusciti a evitare una sanzione, quelli di ieri mattina, invece, provenienti dalla bergamasca e dalla bassa valle, non hanno evitato la multa. Quella strada di accesso al comprensorio è chiusa da sabato 5 dicembre e ora, per evitare nuovi comportamenti da incoscienti, sul posto è stato allestito un muro di neve impossibile da superare.

Altri disagi, sempre sul fronte della neve, arrivano dalla Val Palot, a Pisogne, dove alcuni intenti a voler usare le ciaspole sono rimasti bloccati perché non erano attrezzati con gomme da neve o catene, facendo intervenire i mezzi spazzaneve.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.