Darfo, stalker contro gli altri inquilini torna a processo in tribunale

Un 58enne era già stato arrestato e condannato a 1 anno e quattro mesi. Ora deve rispondere di altre denunce.

(red.) Nella giornata di ieri, giovedì 26 novembre, al tribunale di Brescia si è svolta un’udienza nell’ambito di un processo che vede alla sbarra un uomo di 58 anni accusato di essere uno stalker seriale ai danni degli altri inquilini del palazzo dove abita a Darfo Boario Terme, in Valcamonica. Era già stato condannato a 1 anno e quattro mesi e al pagamento di 10 mila euro di provvisionale per atti persecutori.

Lo scorso luglio era stato anche posto ai domiciliari. Ieri è tornato in aula di nuovo chiamato a rispondere alle accuse contenute in decine di denunce presentate da una coppia di anziani inquilini e dal titolare della pizzeria d’asporto aperta sotto l’appartamento dell’uomo. E la coppia ha parlato di insulti e minacce ricevute, ma anche di rifiuti lanciati in terrazza e sulle scale, chiodi, musica ad alto volume e persino un tentativo di investimento in auto ai danni dell’uomo anziano.

Ma si parla anche di presunte molestie sessuali nei confronti della donna che si era presentata ai carabinieri e portando a un nuovo arresto. Misura che è stata però allentata disponendo solo un divieto di avvicinarsi alla donna. Il 2 dicembre si tornerà in aula per un altro processo per atti persecutori proprio nei confronti dell’anziana, ma i due processi potrebbero essere uniti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.