Esine, beccato in auto con fumo ed “erba”. 19enne in manette

Lunedì pomeriggio il giovane, che era con due amici, è finito nei guai. Tra l'auto e in casa un etto di sostanze.

(red.) L’altro pomeriggio, lunedì 16 novembre, i carabinieri bresciani della compagnia di Breno sono stati impegnati nei consueti controlli, in questo periodo ancora più stringenti per verificare il rispetto delle disposizioni sanitarie. Così hanno fermato un’auto a bordo della quale c’erano tre giovani. Ma l’odore che proveniva dall’abitacolo ha destato più di un sospetto. Alla guida c’era un 19enne insieme ad altri due coetanei.

I carabinieri hanno voluto verificare quell’odore notando 23 grammi di hashish e marijuana sotto il sedile del conducente. Il controllo si è esteso anche all’abitazione del giovane a Esine dove, in un armadietto, sono stati trovati altri 75 grammi. Per il giovane è scattato l’arresto e ieri, martedì 17, la convalida con la rimessa in libertà (è incensurato) in attesa del processo. Nessuna misura cautelare, invece, per gli altri due giovani. I militari ora indagano per risalire ai fornitori del 19enne.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.