Quantcast

Costa Volpino, 44enne bresciana nei guai: ruba in gioielleria

La donna si sarebbe intascata alcuni monili mentre la titolare era impegnata. I carabinieri l'hanno rintracciata.

(red.) Nelle ore precedenti a giovedì 1 ottobre una donna di 44 anni residente a Piancamuno e originaria di Artogne, in Valcamonica, nel bresciano, è finita nei guai a Costa Volpino, in provincia di Bergamo. Secondo l’accusa, nel momento di presentarsi in una gioielleria di via Nazionale in paese avrebbe chiesto al titolare di mostrarle dei gioielli da regalare alla madre. E quando dall’altra parte del bancone il commerciante ha notato che la cliente aveva intascato qualcosa, aveva allertato i carabinieri della stazione locale.

Così si è scoperto che la donna aveva rubato due anelli in oro giallo e una catena del valore di 4.500 euro. E’ stata poi la testimonianza di un altro commerciante, che aveva subito un colpo simile, a condurre i militari a casa della donna. Lei ha spiegato di aver venduto quei gioielli e di aver incassato il denaro. I carabinieri si sono quindi rivolti al luogo dove i monili erano stati portati e hanno recuperato il materiale, poi consegnato al proprietario.  La donna è accusata di furto e ricettazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.