Malegno, spacciano cocaina a domicilio: due arrestati

Un 44enne e un 33enne sono stati fermati a un controllo stradale. Addosso avevano entrambi polvere bianca.

(red.) Con l’emergenza e la situazione sanitaria in corso lo spaccio di sostanze stupefacenti non conosce sosta, ma i pusher sono stati indotti ad evitare assembramenti e preferendo quindi la consegna a domicilio. Come accaduto lo scorso venerdì sera 18 settembre quando i carabinieri bresciani della stazione di Breno stavano svolgendo un normale posto di blocco a Malegno, in Valcamonica.

Qui hanno fermato un’auto a bordo della quale c’erano un 44enne che guidava la vettura e un 33enne come passeggero, entrambi marocchini. Nessuno di loro era legato al mondo dello spaccio, ma i militari che li hanno visti in atteggiamenti sospetti hanno voluto perquisirli.

Il 33enne aveva addosso sei dosi di cocaina e 100 euro in contanti confessando di aver consegnato due dosi di polvere bianca in un parco, mentre l’altro aveva cinque grammi della stessa sostanza nascosti nella biancheria intima che indossava. Entrambi sono stati arrestati e il giorno successivo si sono visti convalidare l’arresto, ma rimessi in libertà in attesa del processo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.