Angolo Terme, scritte di insulti in paese contro il rigido agente

Ieri mattina il paese si è svegliato con gli attacchi ingiuriosi a un vigile. Subito è scattata la pulizia e la vicinanza.

(red.) Ieri mattina, lunedì 13 luglio, il paese camuno bresciano di Angolo Terme si è svegliato con una serie di scritte realizzate usando una bomboletta spray tra le strade e davanti al municipio. E non erano frasi positive, ma attacchi ingiuriosi all’indirizzo dell’agente di Polizia Locale Marco Pesticcio. Di quanto accaduto dà notizia Bresciaoggi.

L’agente è operativo dalla scorsa metà di gennaio dopo aver vinto un concorso pubblico in seguito al pensionamento del precedente operatore e del comandante che ha rivestito quell’incarico per qualche mese. Il nuovo agente è deputato soprattutto al controllo dei mezzi che nel fine settimana raggiungono il lago Moro.

E qualcuno potrebbe essere incappato in una delle sue sanzioni che evidentemente non sono andate giù ai trasgressori. Qualche ignoto ha così pensato di usare il paese come una “lavagna” dove scrivere insulti. Ieri i tecnici di una ditta incaricata dal Comune si sono occupati della pulizia, mentre l’amministrazione con una nota ha espresso la condanna per l’atto vandalico e la vicinanza al proprio agente. L’atto è stato denunciato contro ignoti come oltraggio da parte del vigile e atti vandalici per opera del Comune.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.