Quantcast

Edolo, un medico 60enne nell’auto ribaltata tra i sentieri

Ieri mattina il ritrovamento da parte di due turisti, ma non è escluso che la vettura si sia ribaltata domenica sera.

(red.) Si chiamava Giorgio De Thierry ed era un apprezzato medico 60enne l’uomo trovato senza vita all’interno dell’abitacolo dell’auto ribaltata tra i boschi di Edolo, in Valcamonica, nel bresciano. In quella posizione, con le ruote all’aria lungo un sentiero vicino al Monte Colmo, in località Bolino, è stata trovata da due turisti di Parma che ieri mattina, lunedì 6 luglio, stavano passeggiando proprio verso il monte. A un certo punto, intorno alle 11, hanno visto lungo il sentiero la vettura ribaltata e hanno quindi allertato i soccorsi al 112. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco con i carabinieri e un’ambulanza, ma per l’uomo non c’era ormai più nulla da fare.

La sensazione è che il medico si sia ribaltato già la sera precedente, domenica, nel momento in cui stava raggiungendo la montagna dove era solito andare. Verso la Mercedes Amg si sono mossi i vigili del fuoco che hanno usato delle cesoie per tagliare le lamiere ed estrarre il corpo. L’uomo, originario di Padova, dopo aver perso i genitori abitava da solo in via Porro a Edolo e non aveva amici né parenti stretti. Da qualche tempo aveva dei problemi di salute che gli avevano impedito di aprire gli ambulatori camuni dove assistere i suoi 1.500 pazienti.

I carabinieri della stazione di Edolo, dopo aver identificato la salma, hanno informato il magistrato di turno che ha concesso subito il nulla osta, mentre stanno ancora ricostruendo l’orario dell’incidente e le cause, forse un malore o un guasto meccanico. Informati i familiari in Veneto, il corpo è stato portato all’obitorio dell’ospedale del paese e domani, mercoledì 8 luglio, alle 15,30 nella chiesa del paese si svolgerà il funerale. Il professionista si era trasferito da Padova in Valcamonica tra la fine degli anni ’80 e inizio ’90 ed era stato anche direttore sanitario delle case di riposo di Edolo e Malonno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.