Valcamonica, finti abbracci e furti con destrezza: 43enne arrestata

Almeno sette colpi commessi nell'estate dello scorso anno. Per la donna si sono aperte le porte di Verziano.

(red.) Con un uomo e a bordo di un’Audi station wagon si muoveva spesso dalla bassa bresciana verso la Valcamonica. Ma il lavoro e il turismo non c’entrano nulla. Pochi giorni fa, martedì 23 giugno, i carabinieri bresciani della stazione di Capo di Ponte hanno notificato a una donna rumena di 43 anni un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e quindi portata a Verziano. A lei i militari sono arrivati dopo una serie di denunce da parte di anziani che hanno detto di essere stati rapinati dei loro gioielli, soprattutto catenine, da parte della malvivente.

La tecnica che la donna metteva in pratica era sempre la stessa: avvicinava le sue vittime, soprattutto over 80, per proporre loro delle magliette in vendita e tanto da “abbracciarli” per farle indossare. Ma con quella modalità e la destrezza, la 43enne riusciva a impossessarsi dei monili delle vittime. Si parla di colpi, almeno sette, che la donna avrebbe messo in campo tra luglio e agosto del 2019. La malvivente, tra l’altro, ha una serie di precedenti e due fogli di via dalle province di Bergamo e Verona.

I militari, d’intesa con la procura, hanno iniziato a indagare dopo aver ricevuto le denunce di furto da Darfo, Artogne, Piancamuno e Capo di Ponte e appurando come in quelle circostanze ci fosse sempre di mezzo quell’Audi con targa rumena. Un veicolo che veniva usato dalla donna e dall’uomo al volante anche come rifugio di notte. Nei giorni scorsi per lei sono scattate le manette e il trasferimento dietro le sbarre in attesa dell’interrogatorio. La 43enne era rientrata in Italia da poco tempo, lasciata a fine febbraio a causa del lockdown.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.