Esine, così gli ospedali camuni vogliono organizzarsi dopo il Covid

Più posti letto in terapia intensiva e la sistemazione del pronto soccorso con percorsi dedicati Covid e non.

(red.) Nella giornata di ieri, martedì 23 giugno, all’interno della nuova palazzina dell’ospedale di Esine, in Valcamonica, nel bresciano, i vertici dell’azienda socio sanitaria della valle hanno fatto il punto della situazione e avanzato una serie di proposte alla Regione Lombardia – presente l’assessore al Bilancio Davide Caparini – su come riorganizzare l’offerta. A illustrarla è stato anche il direttore generale dell’Asst Maurizio Galavotti e riferendosi agli ospedali di Esine ed Edolo che hanno assistito centinaia di pazienti affetti dal Covid.

Il direttore amministrativo Guido Avaldi ha sottolineato l’opportunità di allargare la terapia intensiva da 4 a 6 posti letto per 322 mila euro e l’Unità Cardio Coronarica con 6 posti letto accreditati e completare l’attrezzatura per renderli adatti alla terapia intensiva. Lavori proposti anche per l’Osservazione Breve Intensiva con più impianti e strumenti e per una spesa di 705 mila euro. Si parla anche di potenziare da 4 a 6 posti letto la terapia intensiva stroke unit per le malattie cerebrovascolari e lo spostamento del reparto nel day hospital di medicina con una ristrutturazione da oltre 1,1 milioni di euro.

Ma l’intervento maggiore riguarda la sistemazione del pronto soccorso da 920 mila euro con un percorso differenziato per malati Covid e quelli ordinari. Per quanto riguarda gli ospedali camuni, quello di Edolo non presenta più pazienti affetti dal virus, mentre a Esine ci sono ancora dodici posti letto nel vecchio day hospital.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.