Valcamonica, vandali oziano e bivaccano al rifugio Marino Bassi

La scorsa settimana il gruppo che gestisce il rifugio ha trovato tutto a soqquadro, con cibi e bibite consumate.

(red.) L’avvio della fase 2, dopo la serrata totale, ha permesso anche di raggiungere le baite in montagna per controllare che tutto sia a posto e non ci siano stati problemi. Purtroppo, come dà notizia il Giornale di Brescia, il gruppo dei “Lupi di San Glisente”, lo scorso mercoledì 6 maggio, nel raggiungere alcuni rifugi e baite che gestiscono, hanno trovato una brutta sorpresa.

Al rifugio Marino Bassi, al confine tra Valcamonica e Valtrompia, hanno trovato tutto in disordine e a soqquadro. Evidentemente qualcuno ha mangiato e bivaccato, per poi provocare disastri. La sensazione è che qualcuno sia salito dalla Valtrompia per entrare in azione e provocare i danni. Il gruppo che gestisce il bivacco non ha potuto fare altro che tornare l’altro giorno, sabato 9 maggio, per ripristinare la situazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.