Coronavirus, due aziende di Rogno donano 100 mila euro in Valcamonica foto

Fardelli Ernesto e Global Radiatori elargiscono 50 mila euro a ASST Vallecamonica e 50 mila a ospedale e Croce Blu di Lovere.

(red.) Le aziende FARDELLI ERNESTO e GLOBAL RADIATORI di Rogno, con l’intento di sostenere la
comunità in questo momento di emergenza sanitaria hanno deciso, con l’attenzione di sempre nei
confronti del proprio territorio, di porre in atto tre distinte azioni a sostegno di strutture sanitarie del
territorio della Valle Camonica e dell’Alto Sebino.
Sulla base delle necessità manifestate dalle direzioni sanitarie interessate, sono stati definiti alcuni
interventi economici, sia di sostegno che per l’acquisto di attrezzature, per un importo complessivo di € 100.000.
L’importo dell’erogazione liberale è stato così suddiviso:
€ 50.000,00 a favore dell’ASST Vallecamonica per gli Ospedali di Esine ed Edolo;
€ 40.000,00 a favore della struttura ospedaliera di Lovere;
€ 10.000,00 a favore della Croce Blu Lovere.

La Fardelli Ernesto della famiglia Fardelli e la Global Radiatori, facente capo alle famiglie Fardelli e Delasa, hanno così ritenuto, con senso di gratitudine verso il territorio Camuno e dell’Alto Sebino, di dar vita a un gesto non solo simbolico quale testimonianza di solidarietà in questo momento di difficoltà.
Per senso di responsabilità nei confronti dei propri dipendenti e di salvaguardia della salute collettiva, prima dell’entrata in vigore del decreto, sono state sospese tutte le attività garantendo comunque, presso il magazzino di materiale termoidraulico della Fardelli Ernesto, il servizio di approvvigionamento per le imprese impegnate in interventi di urgenza.
“Testimoniamo la nostra vicinanza a tutte le persone che stanno soffrendo nonché profonda gratitudine a tutto il personale sanitario e del volontariato che, in prima linea, sta combattendo questa battaglia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.