Ceto, vandali contro la statua di Maria. Ridotta in pezzi

L'atto sacrilego nella notte tra sabato e domenica in via Gaz. Forse ad agire è stato un gruppo di ragazzini.

(red.) La Valcamonica, nel bresciano, è finita di nuovo al centro di uno spregevole atto sacrilego. E’ successo a Ceto dove qualche passante ha notato la statua di Maria, che era posta all’interno di una santella in via Gaz, spezzata e lasciata a terra. E come detto, non è la prima volta in valle che succede un atto del genere, dopo quello ai danni della statua di Madonna di Lourdes lungo la ciclabile tra Breno e Cividate Camuno.

L’episodio più recente è avvenuto nella notte tra sabato 7 e ieri, domenica 8 marzo, quando qualcuno ha rimosso l’effige dal suo basamento per poi romperla e lasciare i pezzi a terra. La sensazione da più parti è che ad agire in quel modo siano stati alcuni ragazzini. L’episodio è al vaglio dei carabinieri e alcuni elementi decisivi potrebbero arrivare dalle immagini riprese dalle telecamere in zona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.