Valcamonica, morto il presidente della Comunità montana Farisoglio

L'amministratore è deceduto nella notte a 39 anni in ospedale. Da due anni era malato. Domani il funerale.

(red.) Grave lutto per la comunità bresciana della Valcamonica. Nella notte tra mercoledì 15 e oggi, giovedì 16 gennaio, è morto a soli 39 anni il presidente della Comunità montana Sandro Farisoglio. Era malato da due anni e dal momento in cui aveva saputo del male che lo aveva colpito aveva cercato di lottare anche per la famiglia formata dalla moglie Elena Mazzoli e dalla figlioletta di appena due mesi Laura che ora lo piangono.

Era stato sindaco di Breno per due mandati consecutivi, dal 2009 fino allo scorso 2019 e attualmente come incarico guidava l’ente comprensoriale camuno e il Bacino Imbrifero Montano (Bim) della valle. Era stato eletto presidente della Comunità montana lo scorso agosto al posto di Oliviero Valzelli e nel 2018 si era anche candidato come consigliere alle elezioni regionali nella lista che sosteneva il candidato Giorgio Gori.

Consulente del Lavoro e iscritto all’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Brescia, negli ultimi tempi la malattia aveva peggiorato le sue condizioni e portandolo nelle ultime ore al ricovero all’ospedale di Esine dove nella notte ha perso la vita. Il funerale sarà celebrato domani, venerdì 17 gennaio, alle 15 nel Duomo di Breno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.