Quantcast

Montecampione e Tonale, due ragazzini cadono sugli sci

Ieri mattina coinvolta una 13enne finita contro un cannone sparaneve. Giovedì a un altro alle prime armi.

(red.) In questi giorni intorno a sabato 4 gennaio sono numerosi gli sportivi e non solo che si trovano lungo le piste da sci anche nel bresciano. Ma non mancano gli infortuni che richiedono in alcuni casi l’intervento dei soccorritori. Il più recente è quello che si è reso necessario ieri mattina, venerdì 3 gennaio, intorno alle 9,30 sul Tonale e dove si sono mossi gli sciatori della Polizia di Stato e dei carabinieri. Una ragazzina bresciana di 13 anni era impegnata in una discesa, ma è finita contro uno dei cannoni sparaneve su un fianco della pista.

Così ha sbattuto la testa riportando un trauma cranico. L’allerta ai soccorsi, oltre al personale attivo sul posto, ha mobilitato anche l’elicottero da Sondrio che ha trasportato la 13enne all’ospedale Civile di Brescia e con una prognosi di un mese. Il giorno precedente, giovedì intorno a mezzogiorno, un altro 13enne era rimasto vittima di un infortunio a Montecampione.

Il giovane, che stava imparando a sciare, era in compagnia dello zio quando è uscito da una pista ed è precipitato per una decina di metri in un dirupo. Il fatto di essere caduto su uno strato di neve gli ha evitato conseguenze peggiori. In suo soccorso è arrivata una motoslitta della Polizia dalla quale un rocciatore si è calato per recuperare il ragazzino che non ha avuto bisogno di essere portato in ospedale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.