Tonale, decine di interventi di soccorso tra gli sciatori

Il più grave è un 44enne belga che è stato condotto in ospedale dopo aver riportato la frattura a un ginocchio.

(red.) Questi intorno a Capodanno sono giorni in cui gli impianti sciistici vengono presi d’assalto anche nel bresciano e, come rovescio della medaglia, non mancano gli infortuni e incidenti che portano agli interventi di soccorso. Per esempio, solo ieri, domenica 29 dicembre, la Polizia di Stato con i carabinieri deputati alle operazioni sugli sci e il Soccorso alpino sono stati impegnati in decine di movimenti nei confronti degli sciatori al Passo del Tonale e Ponte di Legno, sul versante bresciano e trentino.

C’è da dire che lo stato della neve è ottimo e quindi evita incidenti gravi, tanto che nello stesso periodo del 2018 gli interventi erano stati maggiori. Tra giovani e adulti, alcuni hanno avuto bisogno di essere condotti in ospedale. Spesso si parla di sportivi alla prima esperienza e che subito si lanciano su percorsi difficili, ma anche chi non ha le condizioni fisiche adeguate o è sprovvisto di qualche attrezzatura.

Tra le operazioni di soccorso, un 44enne belga è caduto e ha riportato la frattura di un ginocchio, per poi essere trasportato in elicottero a Cles, in Trentino. Per il resto, si parla di sportivi alle prese con i fuori pista e senza strumenti, chi è entrato in una pista chiusa e anche casi di mancata precedenza durante le discese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.