Neve e ghiaccio, doppio intervento del Soccorso alpino

Il primo soccorso prestato sul monte Guglielmo, mentre il secondo nei pressi del rifugio Medelet. Feriti ricoverati.

(red.) Doppio intervento in pochi minuti oggi, sabato 30 novembre, per la stazione di Breno della V Delegazione Bresciana del Soccorso Alpino.
Verso le 6:30 è arrivato il primo allertamento per un uomo caduto per circa 200 metri nella zona del Monte Guglielmo. Gli elicotteri delle basi di Brescia e di Como non potevano decollare a causa della nebbia e quindi è partita subito una squadra territoriale dal Centro operativo di Esine. Dalla Valle Camonica è decollato l’elicottero di EliMast, che ha portato sul posto i tecnici. Individuato il ferito, lo hanno raggiunto, trattato dal punto di vista sanitario e messo in sicurezza. Nel frattempo la nebbia si è aperta e l’elisoccorso di Brescia è arrivato con l’équipe medica e il tecnico CNSAS di elisoccorso. Il ferito è stato stabilizzato e recuperato per il trasporto in ospedale.

 

Mentre le squadre stavano rientrando, altro allarme per un intervento simile sopra il rifugio Medelet. Una persona è scivolata per circa 300 metri su un tratto coperto da neve e ghiaccio e ha riportato diversi traumi. Una decina i tecnici impegnati. Attenzione alle condizioni del terreno, che in questo periodo presentano tratti ghiacciati, a volte coperti di neve, che non si possono affrontare in sicurezza senza avere attrezzatura e competenze adeguate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.