Iseo, turista olandese muore dopo un tuffo nel lago

Patrick Van Dijk, olandese, si trovava con un motoscafo sulle acque del Sebino. Si è sentito male dopo essersi tuffato dall'imbarcazione. Soccorso con l'elicottero, è spirato al Civile di Brescia.

Iseo. Ancora una vittima nei laghi bresciani. Dopo i sei decessi avvenuti nel Garda nel volgere di un mese, anche il lago d’Iseo è stato teatro di una disgrazia: é infatti deceduto un turista olandese di 50 anni, Patrick Van Dijk, che si era sentito male giovedì 28 luglio dopo un tuffo mentre si trovava a bordo di un motoscafo nelle acque del Sebino.
Secondo quanto ricostruito, il 50enne, che era in vacanza con la famiglia a Marone, si trovava sul mezzo nautico quando ha deciso di tuffarsi per praticare lo sci d’acqua con un wakeboard, trainato dall’imbarcazione stessa, quando si è inabissato restando per lungo tempo sott’acqua. Gli amici ed i familiari che erano sul motoscafo l’hanno issato a bordo e si sono precipitati verso il porto di Pisogne dove gli hanno praticato le prime manovre di soccorso con un defibrillatore.
Il 50enne, probabilmente a casa dello shock termico, ha subito un arresto cardiocircolatorio. Vista la gravità delle condizioni è stato trasportato in elicottero al Civile di Brescia, dove è deceduto senza mai riprendere conoscenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.