Quantcast

Cologne in lutto per la morte di Valter Bonassi

Nel 1990 venne coinvolto in una rapina nella gioielleria di famiglia. Un proiettile gli lesionò il midollo, causandogli la paresi delle gambe. E' spirato mercoledì, disposta l'autopsia.

Più informazioni su

Cologne. Cologne (Brescia) è in lutto per la morte improvvisa di Valter Bonassi, 56 anni, molto noto nel paese franciacortino perchè rimase vittima di una sparatoria avvenuta nella gioielleria di famiglia nell’ottobre del 1990, quando aveva 23 anni. Tre i colpi di pistola che i banditi, dopo avere fatto irruzione nel negozio di Piazza Garibaldi, scaricarono su Valter: uno dei proiettili lesionò il midollo spinale, causandogli la paralisi degli arti inferiori.

Nonostante la drammatica esperienza, Bonassi non si è mai perso d’animo e ha continuato la propria vita trasferendosi in Kenya dove si è sposato e ha avuto una bambina, ritornando poi in paese nel 2019.
E’ stata proprio la figlia 11enne, mercoledì mattina, a trovare il padre riverso in bagno, oramai privo di vita. La famiglia ha richiesto l’autopsia per accertare le cause del decesso. Ancora da fissare la data dei funerali.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.