Quantcast

Sale Marasino e Marone, “promosse con lode” le Rsa targate Società Dolce

Più informazioni su

Sale Marasino. Le residenze sanitarie assistenziali per anziani di Società Dolce sono state promosse a pieni voti. Lo dimostrano i risultati dell’analisi sulla soddisfazione del personale, condotta lo scorso marzo da Sylla, istituto di ricerca associato a Esomar, partner di fondazioni e numerose università italiane, che opera secondo i codici deontologici internazionali.
1.986 interviste ad altrettanti dipendenti, che hanno risposto ai quesiti con un punteggio da 1 a 4.
Sul territorio del Sebino bresciano, la cooperativa gestisce la RSA “Zirotti” a Sale Marasino e la RSA “Sorelle Girelli” a Marone, oltre ad altri numerosi servizi socio-sanitari-assistenziali domiciliari, diurni e residenziali.
Altissima è la valutazione sulla motivazione che ogni giorno accompagna gli intervistati nella propria attività: l’86,8% ha assegnato un voto tra ottimo e buono, con una media complessiva pari a 3,31. Una spinta positiva, nonostante i due anni di Covid-19 che ha duramente colpito le strutture per anziani e chi vi lavora: “Durante la pandemia – spiega Paolo Vaccaro, responsabile area Nord Ovest di Società Dolce – gli operatori hanno dovuto far fronte a diversi focolai nelle RSA e il dato è straordinario, perché dice che nonostante il rischio, i contagi, i turni pesanti, la paura, la quasi totalità di loro non ha mai perso la motivazione a svolgere con passione e professionalità il proprio lavoro”.
E dove il personale è soddisfatto, anche l’utenza lo è, come dimostra il report della customer satisfaction, la soddisfazione dell’utenza, nell’ambito del processo di verifica continuativa della Certificazione ISO 9001, che ha coinvolto 126 servizi e un totale di 2.917 utenti.
La qualità percepita dagli utenti delle RSA del bresciano è stata misurata su una scala da 1 a 4 e la RSA Zirotti ha riportato un valore di 3,43, mentre Sorelle Girelli 3,16: Le domande – continua Vaccaro – hanno evidenziato gli ambiti ai quali gli intervistati assegnano maggiore importanza: al primo posto c’è la cura e l’igiene dell’ospite, seguita dalle cure sanitarie e dalla disponibilità e cortesia del personale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.