Quantcast

Guidavano sbronzi: via 13 patenti e 8 denunciati in Valcamonica e Franciacorta

(red.) Nel fine settimana, i carabinieri del Comando provinciale di Brescia hanno condotto un vasto servizio di controllo straordinario del territorio. In totale:
• sono state ritirate 13 patenti di guida
• 8 persone sono state deferite in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza, una per resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale e una per non aver rispettato il provvedimento impostole dall’autorità.
• è stato chiuso un noto locale che non rispettava la normativa per il contenimento del contagio da Covid-19

In particolare, a Darfo Boario Terme, sono 12 le patenti di guida che sono state ritirate ad autisti trovati positivi al controllo dell’etilometro. Il tasso più alto è stato accertato in un 31enne di Pian Camuno (Bs) il cui valore era pari a 2,11 g/l. Nella rete dei controlli sono finiti anche un 55enne dello stesso comune, un 53enne di Rogno, un 39enne di Breno, un 50enne di Darfo, oltre a un uomo di 58 anni di Berzo e a un 45enne di Braone.
I sette sono stati indagati in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza. E’ stata invece elevata una sanzione amministrativa ad altre cinque persone, per le quali il tasso era compreso tra 0,5 e 0,8 g/l.
Non è finita meglio a un pregiudicato 49enne di Artogne, sorpreso alla guida di un ciclomotore con patente revocata. L’uomo, con diversi pregiudizi legati allo spaccio di droga, è stato indagato anche per non aver rispettato il provvedimento per il quale non poteva far ritorno nel comune di Darfo Boario Terme.

In Franciacorta sono stati controllati circa 100 veicoli e, tra questi, è stata ritirata la patente di un conducente, poi deferito all’autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza; altri due ragazzi alla guida di autovetture, invece, sono stati sanzionati amministrativamente poiché il loro tasso era compreso tra 0,5 e 0,8 g/l.
Un 30enne e un 20enne sono stati sanzionati per ubriachezza molesta e il più giovane è stato anche denunciato per resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale. Infine, un noto locale è stato chiuso precauzionalmente per la durata di 5 giorni per mancato rispetto della vigente normativa anti Covid – 19, con particolare riferimento alle disposizioni inerenti l’obbligo dell’uso della mascherina e del distanziamento sociale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.