Quantcast

Corte Franca, 32enne pestato brutalmente dopo un incidente

L'uomo si trova ricoverato in gravi condizioni al Civile di Brescia dopo essere stato aggredito e pestato da un 22enne già arrestato. Il fatto è successo alle 5 del mattino di domenica non lontano dalla discoteca Number One.

Più informazioni su

(red.) Si trova ricoverato in gravissime condizioni all’Ospedale Civile di Brescia un 32enne bergamasco rimasto vittima di un brutale pestaggio verificatosi intorno alla 5 del mattino di questa domenica a Corte Franca, sulla strada provinciale non lontano dalla discoteca Number One.  Il responsabile del pestaggio è già stato arrestato a Bergamo.
L’aggressione è avvenuta dopo uno scontro frontale tra due automobili, una delle quali guidata appunto dal 32enne che aveva al fianco la propria compagna. L’incidente non ha avuto conseguenze gravi.
Lo schianto ha però fatto accorrere sul posto diverse decine di persone che stavano uscendo dal Number One e che hanno potuto assistere alla scena del pestaggio del bergamasco che si trovava al volante di uno dei veicoli.
Tra le persone coinvolte nell’incidente sarebbe infatti iniziata una discussione nella quale sono entrati anche alcuni degli altri presenti. Quando lo scontro verbale è degenerato, un uomo si è scagliato contro il bergamasco colpendolo con estrema violenza ripetutamente con pugni e calci e poi si è dato alla fuga.
Il 32enne è rimasto esanime a terra ed è stato soccorso dai sanitari del 118, chiamati dai presenti. L’uomo è stato intubato e portato d’urgenza a Brescia al Pronto Soccorso del Civile dove si trova in prognosi riservata dopo essere stato sottoposto nella prima mattinata a un’operazione chirurgica.
Le altre persone coinvolte nell’incidente sono state medicate e molti dei testimoni hanno passato la mattinata in caserma per essere ascoltati dalla Polizia Stradale di Iseo che insieme con la Squadra Mobile della questura  indaga sull’episodio. Il presunto responsabile è stato individuato e arrestato: si tratta di un 22enne bergamasco con precedenti per rissa che è stato portato in carcere a Bergamo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.