Quantcast

Adro, il Franciacorta ora parla anche russo

Acquisito dal milionario Viktor Kharitonin il 95% delle quote della azienda agricola Monzio Compagnoni. Il magnate è proprietario anche del circuito di Nurburgring.

(red.) I vigneti della Franciacorta parleranno russo. E’ stata infatti acquisita al 95%, dal milionario Viktor Kharitonin, magnate russo titolare dell’azienda farmaceutica Pharmstandard e, anche, proprietario al 99% del circuito automobilistico di Nurburgring, l’azienda agricola Monzio Compagnoni di Adro, nel bresciano.

L’ingresso del magnate russo, nel rating dei milionari mondiali redatto dalla rivista “Forbes” all’ 891esimo posto, arriva dopo il decesso del fondatore della ditta, Marcello Monzio Compagnoni, morto per un malore lo scorso inverno a 54 anni. Il restante 5% della società resta in mano all’erede, Giovanni Monzio Compagnoni.

Kharitonin ha così messo le mani su una cantina in grado di produrre 170mila bottiglie l’anno e dove vengono ricavati uve Chardonnay, Pinot Bianco e Grigio, Merlot e Cabernet Sauvignon, Pinot Nero e Moscato di Scanzo, con le quali vengono prodotti vini della Franciacorta e della Bergamasca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.