Quantcast

Nubifragio con forte pioggia e grandine tra Sebino e Franciacorta

(red.) Un violento nubifragio si è abbattuto nel pomeriggio di questa domenica sulla bassa Valcamonica, il Lago d’Iseo e alcune aree della Franciacorta, spostandosi poi verso l’hinterland della città. Prima un forte vento che arrivava dal Nord, poi un temporale cattivo proveniente dalle valli bergamasche con pioggia molto intensa, tuoni, fulmini e grandine grossa come chicchi d’uva.
Giornata di preoccupazione per i turisti che affollano i campeggi sulle sponde del Sebino e paura per alcune imbarcazioni nelle acque del lago d’Iseo dove, per portare a riva un surfista e qualche piccolo natante in balia della tempesta, sono dovuti intervenire i mezzi della Protezione Civile e del Gruppo Sommozzatori.
La via Roma di Iseo, come spesso accade con le piogge intense, è stata allagata in un tratto e questo ha creato problemi di traffico.

In bassa Valcamonica la Ciclovia dell’Oglio è stata chiusa tra Darfo e Piancogno: troppi alberi divelti o piegati dalla forza del vento. A Breno è esondato il torrente Camerala, allagando strada e giardini. Alcune chiamate per i vigili del Fuoco anche dalla zona di Corte Franca, dove la conta dei danni è appena iniziata: i viticoltori temono per le preziose uve.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.