Quantcast

Erbusco, chiamata alle armi contro l’auditorium

Legambiente e il comitato "No Porte Franche 2" sollecitano i comuni franciacortini ad opporsi al progetto, così come già fatto dalla Provincia.

(red.)  “No” al progetto della Franciacorta Concert Hall ad Erbusco.
A chiedere che venga cassato l’intervento per la realizzazione di un auditorium da circa 6mila posti sulla collina di Villa Pedergnano sono Legambiente Franciacorta e il comitato “No Porte Franche 2” di Erbusco.
Le associazioni fanno appello alle amministrazioni comunali franciacortine perchè si oppongano all’intervento edilizio.

Lo scorso 27 maggio il consigliere Marco Apostoli (Provincia Bene Comune) aveva presentato una mozione di contrarietà all’opera (presentata ad Erbusco dal gruppo Terra Moretti), mozione approvata a larga maggioranza da Consiglio provinciale (un solo voto contrario).

Legambiente Franciacorta ed il Comitato “No Porte Franche 2” fanno appello alle amministrazioni del territorio franciacortino perchè si allineino alla posizione contraria già espressa in Broletto, mettendo all’ordine del giorno dei prossimi consigli comunali una mozione di dissenso all’opera.

L’iter del “Franciacorta Concert Hall” è fermo da mesi in Regione Lombardia, cui è stato chiesto di valutare l’impatto del progetto, ma il tavolo tecnico al riguardo non è ancora stato istituito.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.