Quantcast

Iseo, catturano carpe in periodo di divieto: denunciati due pescatori

I due erano stati tra l'altro autorizzati dalle Torbiere del Sebino alla campagna di contenimento del siluro.

(red.) Nei giorni precedenti a venerdì 25 giugno due pescatori residenti a Clusane d’Iseo, nel bresciano, sono stati denunciati dopo essere stati sorpresi a catturare esemplari di carpe in questo periodo che è vietato, vista la stagione riproduttiva. La zona in cui i due sono stati pizzicati dalle guardie volontarie di Legambiente e della Lega per l’abolizione della caccia nel darsi alla pesca di frodo, come riporta Bresciaoggi, è quella nei pressi della riserva naturale delle Torbiere del Sebino. E paradossalmente si è scoperto anche altro. Infatti, i due pescatori erano stati indicati proprio dalla Riserva per la campagna di contenimento del pesce siluro alle Lamette. Tra l’altro, uno di loro aveva anche un capanno galleggiante, poi fatto chiudere. I due pescatori devono rispondere anche di danno ambientale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.