Quantcast

Frana di Tavernola (Bg), via libera a una risoluzione per la messa in sicurezza

L'atto impegna il Governo a mettere in campo tutte le iniziative necessarie per risolvere il problema.

(red.) Nella giornata di ieri, mercoledì 26 maggio, con un voto bipartisan, la Camera dei Deputati ha approvato una risoluzione per risolvere la situazione della frana di Tavernola Bergamasca, sul lago d’Iseo. Il documento prevede che il Governo si impegni a mettere in campo tutte le iniziative necessarie. A partire dall’invio sul posto di tecnici dell’Istituto idrografico della Marina Militare per una mappatura completa e il monitoraggio del fondale. Saranno anche attivati satelliti con foto radar per verificare ogni piccolo spostamento intorno al bacino lacustre e saranno messi in campo degli strumenti di segnalazione per i cittadini in caso di bisogno.

Ma si studieranno anche le cause che hanno provocato le frane sul Monte Saresano, quello che finora sta creando le maggiori preoccupazioni, seppure lo smottamento sia fermo. Ci sarà anche da capire se ci sono collegamenti tra l’attività di estrazione e i movimenti franosi. Tutto questo, mentre si attendono i risultati di uno studio voluto dalla Regione Lombardia che coinvolge le Università di Firenze e Milano Bicocca, con il Politecnico di Milano per poi procedere con un progetto completo di messa in sicurezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.