Quantcast

Coccaglio, cocaina nella mutande: irregolare arrestato in stazione

Un 22enne tunisino l'altro giorno ha tentato di nascondersi nella sala d'attesa alla vista degli agenti in controllo.

(red.) L’altro giorno, mercoledì 21 aprile, un cittadino tunisino di 22 anni, irregolare in Italia, è stato arrestato alla stazione ferroviaria di Coccaglio, in Franciacorta, nel bresciano, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ma anche per aver fornito false generalità. Gli agenti della Polizia locale del Montorfano erano impegnati sul posto per il consueto servizio di pattuglia quando hanno sorpreso il giovane che, alla loro vista, si è rifugiato dentro la sala d’attesa.

Subito dopo è stato raggiunto e perquisito trovandogli addosso, nell’intimo, 12 dosi di cocaina per 10 grammi in totale. Così lo hanno portato al comando per identificarlo e scoprendo che non aveva titolo per restare nel nostro Paese. Dopo l’arresto è stato portato al tribunale di Brescia per la direttissima e nei suoi confronti è stato spiccato anche un decreto di espulsione. Per Coccaglio si tratta del secondo arresto nell’arco di una settimana connesso alla droga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.