Quantcast

Paratico, Polizia interrompe partita vietata: riceve insulti e sputi

Fermati e identificati una ventina di ragazzi: multe di quasi 7 mila euro. Da alcuni di loro pessimi atteggiamenti.

(red.) Nei giorni precedenti a venerdì 9 aprile una ventina di ragazzi tra i 15 e i 18 anni sono stati sanzionati dalla Polizia locale a Paratico, nel bresciano, dopo essere stati sorpresi a disputare una partita di calcetto. Attività che ovviamente in questo periodo di pandemia non è permessa. Sono stati alcuni residenti a notare quell’assembramento e ad allertare le forze dell’ordine. Quando gli operatori sono giunti su posto, in quel momento si stava svolgendo una partitella.

Si è quindi registrato il fuggi fuggi generale, ma tutti sono stati acciuffati e identificati. Tra l’altro, non era la prima volta che in quel campo di basket si disputavano quelle attività sportive di squadra non ammesse in questo momento. Tutti sono stati multati per un totale di 6.800 euro. E tra loro non sono mancati atteggiamenti da condannare, tanto che qualche ragazzo ha persino insultato o sputato all’indirizzo degli agenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.