Quantcast

Coccaglio, cani maltrattati nella toelettatura: titolare patteggia

Ieri per il titolare e una donna che faceva arrivare gli animali dall'estero. Nei guai anche due veterinari.

(red.) Un esercizio di toelettatura dove, invece di coccolare e prendersi cura dei cani, questi sarebbero stati maltrattati. Succede a Coccaglio, in Franciacorta, nel bresciano, dove il titolare 45enne del negozio ha patteggiato una condanna a dieci mesi di reclusione. Le accuse nei suoi confronti erano quelle di maltrattamenti di animali.

Nella stessa sentenza al termine dell’udienza di ieri, martedì 23 marzo, dal tribunale di Brescia è arrivata anche condanna a quattro mesi per una 32enne che era stata denunciata per traffico illecito di animali. In particolare, questa, residente in provincia di Mantova, avrebbe fatto arrivare dall’estero decine di animali domestici senza documenti e in pessime condizioni sanitarie. Animali che poi, ripuliti nel negozio di toelettatura, sarebbero stati rivenduti.

L’indagine connessa a questa scoperta intorno al traffico di animali aveva portato al sequestro del negozio e anche di decine di cuccioli. Nell’ambito dello stesso procedimento sono coinvolti anche due medici veterinari accusati di esercizio abusivo della professione in concorso. Entrambi rinviati a giudizio, uno ha chiesto la messa in prova e l’altro sarà a processo a luglio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.