Lo Tsunami Sebino “sembra essere un’ipotesi molto remota”

L'assessorato regionale ha stanziato 250mila euro per una prima serie di interventi, ora si attende l'esito dei due studi in corso sulla stabilità della frana.

(red.) “È necessario mantenere alta l’attenzione e garantire aggiornamenti costanti e sostegno alla popolazione” è questo che chiedono i consiglieri regionali del Pd Gian Antonio Girelli e Jacopo Scandella, dopo aver ascoltato la comunicazione dell’assessore al Territorio e alla protezione Civile Pietro Foroni che oggi, martedì 2 febbraio, su loro sollecitazione ha aggiornato il consiglio regionale sulla frana di Tavernola.
“L’assessorato ha stanziato 250mila euro per una prima serie di interventi, ora si attende l’esito dei due studi in corso in base ai quali verrà stabilito il grado di rischio e le possibili azioni da intraprendere – fanno sapere i consiglieri – uno dell’Università Bicocca e uno ad opera della Protezione Civile nazionale: entro la fine della settimana si saprà se la frana è stabile, se presenta un’accelerazione oppure se si rende necessaria un’evacuazione piena”.
“Intanto, il paese di Parzanica in provincia di Bergamo rimane isolato e deve essere oggetto di costante attenzione, mentre l’ipotesi di un’onda anomala verso Montisola a seguito del distaccamento di una parte importante di frana sembra essere molto remota. Nonostante ciò, si stanno comunque adottando tutte le precauzioni del caso compresa l’evacuazione di alcune case sull’isola” concludono i consiglieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.