Scialpinista giù dal Guglielmo: soccorso in elicottero

Un 30enne di Rodengo Saiano si è trovato in difficoltà scendendo con la tavola dal Rifugio Almici, sopra Zone.

(red.) I tecnici del Cnsas sono intervenuti venerdì nel tardo pomeriggio a Zone per soccorrere uno scialpinista di 30 anni residente a Rodengo Saiano che stava scendendo con la tavola dal Rifugio Almici, sul Guglielmo, insieme con un amico. Quando la discesa ha costretto i due a dividersi il 30enne è finito in un canale troppo ripido, trovandosi in difficoltà, e infortunandosi non gravemente.

L’amico era già arrivato all’auto, ma del giovane di Rodengo Saiano non c’era traccia. Fortunatamente era riuscito a mandare un messaggio con la richiesta di aiuto, ma poi il collegamento telefonico si era interrotto.
L’amico quindi ha lanciato l’allarme e la centrale ha attivato il Soccorso alpino; sono partiti gli uomini della stazione di Breno impegnando in tutto una quindicina di soccorritori.

L’elicottero di Areu (Azienda regionale emergenza urgenza) di Brescia ha sorvolato la zona e ha individuato lo scialpinista, poi ha fornito le coordinate all’elisoccorso di Como, che ha effettuato il recupero.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.