Gussago e Prevalle, tre bar non rispettano dpcm: chiusi e sanzionati

Poche ore prima che la Lombardia entrasse in zona gialla, tre locali sono finiti nel mirino dei carabinieri.

(red.) In entrambi i casi le sanzioni da parte dei carabinieri sono scattate nel momento in cui i bar erano operativi con il servizio ai clienti, ma poco prima che la Lombardia diventasse zona gialla da ieri, domenica 13 dicembre. Per questo motivo due bar a Gussago e un altro a Prevalle, tutti nel bresciano, sono stati chiusi e i titolari sanzionati perché non avevano rispettato le disposizioni.

Per quanto riguarda la Franciacorta, sono finiti nel mirino due locali di Sale e Casaglio. Infatti, i carabinieri impegnati nei controlli anche all’interno dei locali hanno notato alcuni clienti che sorseggiavano le loro consumazioni tranquillamente al bancone. I due locali, oltre alla sanzione di 400 euro ciascuno ai due titolari e ai clienti, sono anche stati chiusi per dieci giorni.

Stessa situazione in Valsabbia, dove sabato pomeriggio 12 dicembre, poche ore prima del passaggio alla zona gialla, quindi ancora vietato, un bar di via Volta è stato sorpreso a servire i clienti che consumavano davanti al locale. Il bar è stato chiuso per cinque giorni, mentre il gestore e ciascuno dei clienti ha incassato una sanzione di 280 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.