Quantcast

Pisogne, dal cantiere di una palazzina spunta uno scheletro

La scoperta nei giorni scorsi durante i lavori preliminari del cantiere. L'esame del dna toglierà ogni dubbio.

(red.) E’ emerso un “giallo” da Pisogne, nel bresciano e di cui dà notizia Bresciaoggi. In questo periodo di novembre intorno alla Pieve è in corso un cantiere edile per realizzare una palazzina. Ma proprio perché si trova a poca distanza da manufatti di un certo pregio, la Soprintendenza aveva chiesto che si facessero dei controlli sul terreno prima di procedere. E così facendo è emerso uno scheletro in posizione fetale e pare di un uomo di circa 1,70 metri.

Il fatto è stato ovviamente segnalato alla Soprintendenza per capire a chi appartengano quei resti, senza escludere alcuna pista. Quella di una morte violenta, un delitto, un incidente, di un morto di malattia o forse di qualcuno che ha perso la vita nella storica alluvione degli anni ’50. A questo punto si effettuerà un esame del dna per l’identificazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.