Dpcm violato, da Cologne a Calcinato altri bar e mini-market chiusi

In Franciacorta sanzionati due locali che servivano i clienti senza asporto. Nella bassa nei guai un piccolo market.

(red.) Vanno avanti senza sosta le attività di vigilanza e controllo da parte delle forze dell’ordine anche per verificare il rispetto delle misure anti-contagio in provincia di Brescia. In questo senso si sono mossi durante la settimana anche gli agenti della Polizia locale del Montorfano operando tra Cologne e Coccaglio. E due locali sono finiti nei guai. In uno di questi una barista è stata sorpresa nel servire l’aperitivo a diversi ragazzi nel plateatico esterno in un periodo in cui è ammesso solo l’asporto o il domicilio.

Per questo motivo il titolare è stato multato, ma gli agenti hanno anche dovuto affrontare uno dei clienti, uno straniero, che ha dato su di giri non presentando il permesso di soggiorno e incassando una denuncia. Anche un altro bar è stato sanzionato perché serviva senza procedere con l’asporto. I due locali sono stati segnalati alla prefettura di Brescia che potrà disporre la chiusura temporanea.

Sempre in provincia, dopo i casi di Calcinato, un altro mini-market in via Sottopassaggio a Ponte San Marco si è visto scattare i sigilli per tre giorni. La Polizia locale ha notato che all’interno si potevano acquistare prodotti attualmente vietati dall’ultimo dpcm. Per il titolare è scattata anche una sanzione da 280 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.