Il vice prefetto Simeone commissario del comune di Cazzago

La nomina l'ha fatta il prefetto Attilio Visconti. Che ha proposto al presidente della Repubblica lo scioglimento del consiglio comunale.

(red.) Il prefetto di Brescia Attilio Visconti ha nominato il commissario prefettizio che amministrerà il comune di Cazzago San Martino dopo le dimissioni di dieci esponenti del consiglio comunale con la conseguente caduta della giunta Mossini.
Un comunicato della prefettura di Brescia ha reso pubblica la nomina del viceprefetto Stefano Simeone, capo di gabinetto di Visconti, come commissario, mentre Calogero Russotto sarà sub-commissario con funzioni vicarie.

Come si ricorderà, il consiglio comunale di Cazzago si è frantumato in seguito alle polemiche per la decisione del sindaco di togliere le deleghe all’assessore Flavio Rubaga. A questo atto di forza sono seguite la dimissione di dieci consiglieri, sei dei quali appartenenti alla maggioranza.
Il sindaco Antonio Mossini non è riuscito a convocare un consiglio comunale prima che il numero dei dimessi arrivasse a rendere impossibile il raggiungimento del numero legale, invalidando l’intero consiglio.

Così il prefetto Visconti ha nominato il commissario, inoltrando al presidente della Repubblica istanza di scioglimento del consiglio comunale
Nel frattempo, fino a nuove elezioni, la legge prevede che al viceprefetto Simeone siano attribuiti i poteri del consiglio comunale, della giunta e del sindaco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.