Palazzolo, latitante milanese inseguito e arrestato. Portato in carcere

L'uomo mercoledì notte alla guida di un'auto è stato sorpreso dai carabinieri. Deve scontare oltre 3 anni.

(red.) Nonostante nel 2019 avesse incassato una condanna a 3 anni e dieci mesi di reclusione per vari reati commessi, un 57enne milanese e residente a Villongo, in provincia di Bergamo, era riuscito a sottrarsi al trasferimento in carcere. Ed era persino libero di muoversi in auto senza problemi. Questo, però, solo fino alla notte tra mercoledì 30 settembre e ieri, giovedì 1 ottobre, quando l’uomo si è trovato alle calcagna a Palazzolo, nel bresciano, una pattuglia dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Bergamo che lo aveva inquadrato.

L’uomo, che ha precedenti per furto, estorsione, rapina e ricettazione, oltre a reati contro il patrimonio, ha innescato un inseguimento, ma è stato infine bloccato. Nei suoi confronti è stato notificato l’ordine di carcerazione per la condanna e ora deve rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale. E’ stato poi condotto nel carcere di Canton Mombello a Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.