Capriolo, spaccata alla tabaccheria del Conad. Via con le sigarette

Il colpo l'altra notte nel complesso commerciale. L'allarme nebbiogeno ha impedito di attingere anche alla cassa.

(red.) Nella notte tra lunedì 28 e ieri, martedì 29 settembre, la tabaccheria-cartoleria e ricevitoria presente all’interno del complesso di Conad a Capriolo, in Franciacorta, nel bresciano, è stato teatro di una spaccata da parte di una banda di malviventi entrati in azione. La sensazione è che i ladri avessero pianificato il colpo, raggiungendo il posto a bordo di un’auto parcheggiata dall’altro lato della strada. Uno di loro è rimasto fuori come palo e gli altri sono entrati dopo aver usato un piede di porco per rompere la vetrata all’ingresso principale.

Ma non hanno fatto i conti con l’accensione dell’allarme antifurto nebbiogeno che gli ha ostruito la visibilità, consentendo di rubare solo le sigarette e di non provare nemmeno a colpire il registro di cassa. Nello stesso momento hanno anche rubato dei prodotti di bigiotteria e sono fuggiti a bordo dell’auto per ritornare sulla provinciale 469 pochi minuti prima che sul posto arrivassero i carabinieri della compagnia di Chiari.

I militari stanno analizzano anche le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza e c’è la sensazione che la banda abbia usato un’auto rubata per mettere a segno il colpo. Ieri mattina la tabaccheria ha comunque riaperto regolarmente. Già nel 2018 era finita nel mirino dei malviventi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.