Franciacorta, si parte con la vendemmia. Ma mancano 2.500 addetti

Vista la carenza, il Pirellone ha siglato un accordo per far lavorare chi percepisce il reddito di cittadinanza.

(red.) I vigneti della Franciacorta, nel bresciano, sono i primi ad essere interessati, a partire da oggi, lunedì 10 agosto, dalla stagione di vendemmia che quest’anno è però fortemente condizionata dall’emergenza sanitaria da coronavirus. Le aziende che possiedono i terreni da dove ricavare l’uva temevano il rischio di trovarsi con meno addetti al lavoro, visto che la maggior parte di questi arrivava da Romania e Bulgaria. Con l’obbligo della quarantena per quattordici giorni, come disposto a livello nazionale per un’ordinanza del Ministero della Salute, c’è il forte rischio di prolungare la stagione, ma con meno resa. Provocando problemi a livello economico e di qualità.

Secondo quanto scrive il Giornale di Brescia, nel bresciano mancano 2.500 addetti per la vendemmia e per questo motivo c’è chi, potendoselo permettere, attraverso le cooperative assume altri lavoratori stagionali. Ma molte altre non possono investire di tasca propria e per questo motivo, aldilà della richiesta allo Stato di modificare le disposizioni sulla quarantena, si sta profilando un’altra soluzione. Sempre come riporta il quotidiano bresciano, l’assessore lombardo all’Agricoltura Fabio Rolfi ha siglato un protocollo dedicato per consentire a una fetta dei 20 mila nel bresciano che incassano il reddito di cittadinanza di accumulare il beneficio insieme al trattamento lavorando nelle vigne.

Per farlo, la Regione Lombardia si dice disponibile a raccogliere le candidature degli interessati mettendo in contatto i centri per l’impiego, le aziende e le associazioni di categoria. Per quanto riguarda la vendemmia che parte oggi, ogni giorno ai lavoratori viene misurata la temperatura e, in caso di oltre 37,5 gradi, vengono allontanati e messi in sicurezza. In più i nomi degli stagionali, italiani e stranieri, vengono acquisiti dall’Ats. La prima occasione per assaporare i risultati dei prodotti sarà nei fine settimana del 12 e 13 e del 19 e 20 settembre con il Festival del Franciacorta in cantina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.