Quantcast

Lago d’Iseo, niente nuove forze dell’ordine per la sicurezza Covid

Ieri al Castello Oldofredi l'incontro con i sindaci. Ma i primi cittadini, con le Polizie locali, dovranno cavarsela da soli.

(red.) Quello in arrivo tra domani – sabato 18 – e domenica 19 luglio si prevede che sarà un fine settimana di nuovo alle prese con i bagnanti e i turisti che raggiungeranno la sponda bresciana del lago d’Iseo non solo per piazzarsi lungo le spiagge, ma anche per muoversi e arrivare a Montisola. Una situazione che vedrà quindi il Sebino, lungo i vari Comuni sulla sponda, ancora preso d’assalto. E per questo motivo gli amministratori locali chiedono interventi, anche per garantire la sicurezza in tema di Covid-19.

Su questo fronte ieri, giovedì 16 luglio, al Castello Oldofredi di Iseo si è svolto un vertice tra gli stessi sindaci e i rappresentanti della prefettura e delle forze dell’ordine. Ma di fatto per gli amministratori quanto è emerso come risultato finale si è dimostrata una doccia gelata. Dalla prefettura è emerso che le forze dell’ordine, quindi dalla Polizia di Stato ai carabinieri e fino alla Guardia di Finanza, possono rendersi disponibili, ma il controllo delle spiagge, della movida e dei transiti sul territorio devono essere svolte dalle varie Polizie locali e dalle associazioni di protezione civile.

Insomma, non arriveranno nuove forze a livello statale e sul territorio dovranno essere gli amministratori a occuparsi. Peccato che i sindaci sollevano il problema della carenza di personale. Quest’anno il decreto “Laghi Sicuri” non è stato firmato come succedeva negli anni passati e questo ha amareggiato i sindaci. Che a questo punto potranno fare poco per evitare assembramenti, soprattutto sulle spiagge.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.