Coronavirus, risalgono i casi nel bresciano. Focolaio nella comunità Shalom

Dei 18 nuovi casi emersi in un giorno, 12 sono nella comunità di recupero. Tutti asintomatici, ma sono isolati.

(red.) Nella giornata di ieri, martedì 7 luglio, il bollettino quotidiano sull’emergenza sanitaria da coronavirus fornito dalla Regione Lombardia e quello dell’Ats di Brescia indicavano un aumento dei nuovi casi positivi a 18. E ci sarebbe una spiegazione, visto che il Giornale di Brescia parla di un focolaio emerso all’interno della comunità di recupero per tossicodipendenti Shalom di Palazzolo. In particolare, sarebbero stati trovati dodici giovani positivi al Covid-19, ma tutti senza sintomi.

La presidente suor Rosalina Ravasio sottolinea di aver voluto far sottoporre, dall’Ats, tutti gli ospiti al tampone nel momento in cui una minore figlia di un’ospite della struttura è risultata positiva. Quindi a ritroso sono state effettuate una serie di analisi nei luoghi frequentati dall’interessata, comunità Shalom compresa. I soggetti risultati positivi sono stati tutti isolati, come fanno sapere dalla struttura, in attesa di essere sottoposti a un nuovo tampone che possa accertare la loro guarigione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.