Erbusco, spari dopo rissa fuori dal locale: due arrestati

Due uomini sono finiti in manette per i fatti avvenuti la fine di febbraio. Uno in carcere e l'altro ai domiciliari.

(red.) A tre mesi e mezzo di distanza da quei fatti, nelle ore precedenti a venerdì 19 giugno un 40enne italiano di Cologne e un 30enne kosovaro residente a Erbusco sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Chiari con quelli della stazione di Erbusco. Era la sera del 29 febbraio davanti al locale “Mi Vida”, alla rotonda Bonomelli del paese franciacortino, quando era scoppiata una rissa, indotta anche da chi aveva alzato troppo il gomito.

In quello scontro fisico, i due ne erano usciti peggio e si erano quindi allontanati. Ma in seguito erano tornati armati di una pistola semiautomatica. Dall’arma era stato esploso un colpo a terra, forse per intimorire i presenti, ma il proiettile era rimbalzato ferendo un 27enne albanese. In seguito a quell’episodio, il locale era stato chiuso dal questore, mentre le indagini sono proseguite.

In base al materiale raccolto dai carabinieri, la procura di Brescia ha chiesto e ottenuto dal giudice due mandati di arresto eseguiti nei confronti del 40enne e 30enne. Il primo ai domiciliari e il secondo condotto nel carcere di Brescia. Entrambi sono accusati di rissa aggravata, lesioni personali, ricettazione, detenzione e porto abusivo di arma da fuoco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.