Gussago, vinta la sfida al Covid. Richiedei chiude il reparto

Ieri l'annuncio dei medici, infermieri e operatori sanitari. Dal 12 marzo impegnati a tutti campo tra i 39 posti letto.

(red.) Tende pre-triage che vengono smontate perché per fortuna non ci sono più pazienti da far attendere prima di recarsi in pronto soccorso. Ma anche aree ospedaliere che vengono chiuse ai pazienti Covid guariti e riaperte ai degenti ordinari. Dopo l’ospedale Civile di Brescia, un’altra di queste scene di speranza arriva dalla Fondazione Richiedei di Gussago. Nella giornata di ieri, attraverso i social, il gruppo di medici, infermieri e operatori sanitari ha annunciato che il reparto Covid chiude. Un atto importante dopo che è arrivata la conferma della guarigione degli ultimi due pazienti ricoverati.

Il presidio sanitario di Gussago era operativo dallo scorso 12 marzo mettendo a disposizione 39 posti letto per i malati meno gravi da coronavirus e dimessi dagli ospedali. A questo punto, con l’emergenza che nella struttura franciacortina al momento può dirsi conclusa, il personale medico fa sapere di sottoporre ai tamponi tutti i pazienti che arrivano per altre patologie e in isolamento per due settimane in un reparto dedicato prima di trasferirli in quelli necessari. Per la Richiedei di Gussago è quindi un ritorno alla normalità tra i reparti e le attività di ambulatorio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.