Palazzolo, polpette killer nei giardini delle abitazioni

Una trentina di segnalazioni dal paese. Pezzi di carne intrisi di topicida lanciati nelle aree private.

(red.) Il periodo contingente legato all’emergenza sanitaria da coronavirus impone di stare in casa e di uscire solo se strettamente necessario. Ma questa misura non ferma chi si scaglia contro gli animali. E’ quanto successo, per esempio, a Palazzolo, nel bresciano, da dove sono giunte decine di segnalazioni per pezzi di carne e polpette avvelenate da metaldeide, un topicida.

E un cane nei giorni precedenti a giovedì 2 aprile, come dà notizia Bresciaoggi, è morto nonostante i tentativi di un veterinario. Si è poi verificato che il pezzo di carne che l’animale aveva ingerito durante una passeggiata era intriso proprio della sostanza velenosa.

La preoccupazione maggiore riguarda il fatto che queste esche killer sono state lanciate da qualcuno nei giardini privati delle abitazioni. E non solo a Palazzolo, perché anche a Passirano sono stati trovati addirittura dei sacchetti di topicida nel giardino di una casa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.