Cazzago, Terrot Italy in liquidazione: 36 lavoratori a rischio

Dell'altro giorno la comunicazione sui licenziamenti per gli addetti. Proclamato sciopero e stato di agitazione.

(red.) 36 famiglie rischiano di restare senza un posto di lavoro. Succede a Cazzago San Martino, in Franciacorta, nel bresciano, dove la Terrot Italy Srl legata a un gruppo tedesco ha comunicato ai sindacati la messa in liquidazione della società e anche i licenziamenti di massa. Una decisione che ha spinto gli addetti, operativi all’interno dell’azienda che produce macchine tessili, a proclamare lo stato di agitazione: ieri, venerdì 14 febbraio, le prime otto ore di sciopero e un presidio fuori dai cancelli.

La comunicazione dei licenziamenti era arrivata il giorno precedente, ma ora i sindacati hanno chiesto un incontro urgente con la proprietà. Quello stabile era della Pilotelli Macchine Tessili che nel 2013 era fallita e poi rilevata proprio dal gruppo tedesco nel 2015 che aveva già un ramo in affitto. Ma ora anche questa società ha alzato bandiera bianca mettendo in crisi le decine di operai.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.