Cologne, ingegnere cade dal tetto e muore: sabato funerale

Alle 10 nella parrocchiale l'ultimo saluto per Massetti. Venerdì scorso era precipitato dal tetto di un capannone.

(red.) E’ passata quasi una settimana dal tragico infortunio sul lavoro avvenuto la mattina di venerdì scorso 7 febbraio a Cologne, nella parte occidentale della provincia di Brescia. A perdere la vita era stato l’imprenditore e ingegnere 37enne Giorgio Massetti, titolare della società Immobiliare Sebino. A distanza di quasi sette giorni, la salma è stata sottoposta all’autopsia e il magistrato di turno ha concesso il nulla osta al funerale.

Il feretro arriverà oggi, giovedì, nella sala del commiato in piazza Garibaldi a Cologne. Domani, venerdì, alle 18,30 si terrà una veglia e sabato 15 alle 10 il funerale nella chiesa parrocchiale. Massetti, sposato e padre di due bambine, era caduto dal tetto dello stabilimento Mondini Spa dove era impegnato con altri operai ai lavori di rimozione dell’amianto.

La caduta da dieci metri di altezza aveva provocato delle gravi lesioni all’uomo, poi ricoverato d’urgenza in elicottero all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo dove arrivò il decesso. Massetti era stato anche giocatore di pallamano e presidente della Handball Franciacorta legata alla società di Cologne.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.