Adro, processo bis per area feste: verso l’assoluzione

La sentenza di assoluzione era già arrivata in primo grado, ma poi annullata in appello per un "vizio".

Più informazioni su

(red.) Il caso dei cantieri all’area feste di Adro, nel bresciano, è tornato in tribunale. Alla sbarra ci sono tredici imputati, gli stessi che erano già stati assolti (o condannati) in primo grado, ma per una sentenza che la Corte d’Appello aveva annullato perché pronunciata dal giudice senza riunirsi in camera di consiglio.

Ora è in corso il secondo processo che nel primo caso aveva già visto condannare a 3 anni di reclusione, ma poi appunto annullare in appello, l’ex sindaco Oscar Lancini. L’accusa ha chiesto che venga confermata la sentenza di assoluzione già arrivata in primo grado e su questo si deciderà il 18 febbraio, mentre altri imputati saranno a processo da marzo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.